Infatti, qualcuno dice che i gatti hanno sette di vite.

Noi animali umani ne abbiamo materialmente una e non mi spingo oltre.

Si nasce, si cresce, si matura e poi si chiude il cerchio. Qualche religione dice che veniamo poi reincarnati in altro, ma questo non è il mio campo.

Da lato del marketing, il ciclo di vita è quello che può riguardare il prodotto, ma anche quello che riguarda nel caso di questo post, il rapporto con il cliente, da quando inizia a quando termina.

La fisionomia della storia che lega cliente impresa/brand è oggi misurabile ed oltremodo è costellata di momenti in cui è possibile costruire valore.

L’importanza che viene data al Customer Life Time Value dalle PMI italiane é molto bassa.

Il valore che il cliente genera nel tempo per le PMI é quasi sempre sconosciuto, perché la maggior parte dei rapporti inizia con un “buongiorno cosa Le occorre?”, segue, se tutto va per il meglio, una bella chiusura di vendita e poi ciao. Tutto quello che viene dopo dal rapporto azienda /cliente sono rogne, da gestire il più velocemente possibile.

Presentare il prodotto o il servizio ad uno sconosciuto non funziona più. Bisogna conoscere il più possibile il potenziale cliente e viceversa, lui deve conoscere noi, come azienda, come professionisti affidabili.

Partendo da questo, inizia il ciclo di vita del cliente che durerà fin quando potremo servirlo. Sta a noi costruire un modello che generi valore dal rapporto e che allunghi il ciclo il più possibile, creando una reciproca soddisfazione. La personale sensibilità non basta da sola. Occorre non sottovalutare molteplici aspetti che concorrono a costruire nella mente del cliente il corretto meccanismo che li rende “attaccati” ad ogni nostra iniziativa.

Sono 7 i punti da non sottovalutare:

  1. Un brand ben strutturato
  2. Una presenza pro attiva online ed offline
  3. Una dinamica di relazione commerciale che valorizzi i servizi e la personalizzazione di ciò che si vende
  4. Una gestione del post-vendita efficace che trasformi il cliente in ammiratore
  5. Un’azione continuativa sul cliente per generare memorabilità verso il brand
  6. Comunicare una storia aziendale di indiscusso valore
  7. Preparare efficacemente gli addetti che entrano in relazione con il cliente

Ricorda, la vita è una sola, non la sprecare pubblicando solo post sulla tua pagina aziendale sui social, cercando di guadagnare in più fretta possibile.