Avete mai sentito parlare di Mission Winnow? Probabilmente sì, anche se non ve ne siete resi conto, poiché la strategia di comunicazione adottata è molto efficace.

Il logo, formato da una M e una W messe insieme per formare una freccia, regna sulle vetture Ferrari della Formula 1 e sulle Ducati di Moto GP.

Mission Winnow, che si pronuncia ‘win-oh’, è un’iniziativa globale attenta all’innovazione, alla tecnologia e alla scienza che ha come scopo la promozione di un mondo migliore e più sano.  A tutto si potrebbe pensare, tranne che alla base di questo progetto ci sia uno dei più importanti marchi del tabacco: la Philip Morris International.

Va da sé che ciò ha scatenato non poche polemiche. Le multinazionale di tabacco, infatti, non sono ammesse in Formula 1 come sponsor a partire dal 2007. Il “tobacco ban” fu un duro colpo per quei marchi che invece da sempre investivano nelle vetture. La difficoltà fu anche dei team che dovettero rinunciare ai main sponsor.

Il dubbio che Mission Winnow sia una scusa per continuare a mantenere il business lì dove è legalmente impossibile farlo è, per alcuni, forte. Chiara però è la necessità di restare presenti in un settore economico importante per l’impresa anche dal punto di vista comunicativo.

Per farlo Philip Morris International ha trovato una soluzione straordinaria: lanciare un messaggio opposto al suo business. Con il nuovo progetto, ispirato alla modernizzazione del loro brand più importante (Marlboro), si pone su un piano diverso. Non è solo la realtà produttrice di tabacco, di cui gli effetti nocivi sono ormai noti e acclarati, ma è anche promotrice di un mondo più sano e si fa responsabile della trasmissione di valori universalmente condivisi.

Una storia opposta che racconta un valore, ma vende un controvalore

Cosa può insegnarci Philip Morris International?

L’ascolto dell’audience è necessario. Conoscere i valori e i sentimenti dei propri clienti e del proprio target è essenziale per sopravvivere ai cambiamenti che il tempo comporta (con conseguenti escamotage, per eludere le Leggi n.d.r.). Cambiano i valori, cambiano i mercati di riferimento. Cambiano così tanto che Philip Morris ha dato vita ad un progetto che ha uno scopo opposto agli effetti dei prodotti che altrimenti perderebbero visibilità sul mercato.

Ascoltare, per poi creare storie, è lo snodo centrale per far decollare e per far restare in alta quota il proprio business.

Che siate una multinazionale o una piccola impresa locale il presupposto necessario per avere successo non cambia: conoscere i propri clienti e coinvolgerli.

Tutto ciò può avvenire solo mantenendo aperti i canali di conversazione con il target e strutturando una strategia di comunicazione costruita “su misura” basata sulla conoscenza dei canali a nostra disposizione.