fbpx

Circa Giorgio Di Giorgio

Aiuto le PMI ad essere COMPETITIVE con strategie multicanale. [brand & positioning marketing offline & online] "semplice come l'acqua, complesso come navigare l'oceano" GDG

Cosa vedo in fondo al tunnel? Un’occasione per ripartire alla pari

2020-05-07T17:29:07+02:007 Maggio 2020|

La gara non si è fermata, siamo ancora tutti in pista Era l’Aprile del 2003, quando, poco prima della partenza sul circuito di Interlagos, cominciò a diluviare, tanto da dover rinviare di un quarto d’ora la partenza. Fu attesa la diminuzione dell’intensità delle precipitazioni e la gara fu fatta partire in regime di safety car. Quella fu una vera occasione per tutti. Frentzen, Verstappen (padre), Fisichella, Panis, Pizzonia e Firman approfittarono della situazione per rifornire mentre gli altri proseguirono dietro alla vettura dei commissari di gara. Si mescolarono talmente le carte che Giancarlo Fisichella, con una Jordan non certo velocissima,

Il pericolo della scomparsa del tuo brand dal mercato

2020-04-20T16:40:42+02:0017 Aprile 2020|

Quando l’evoluzione del brand è un’arma contro l’estinzione dell'impresa Ogni epoca porta con se la sua storia e dentro di essa il profondo cambiamento che il tempo e la tecnologia ha saputo dare alla comunicazione e alle relazioni. Un continuo e perfetto mutare dal quale prende forma e si modella di volta in volta la società con tutto il suo potenziale. Oggi l’ennesima e forse una tra le più devastanti crisi di tutti i tempi la quale non ci invita ma ci costringe al cambiamento. Ogni imprenditore che tiene alla sua azienda deve fare i conti con la realtà e, proprio

Il ciclo di vita del cliente non è come quello dei gatti

2019-10-12T14:35:48+02:0012 Ottobre 2019|

Infatti, qualcuno dice che i gatti hanno sette di vite. Noi animali umani ne abbiamo materialmente una e non mi spingo oltre. Si nasce, si cresce, si matura e poi si chiude il cerchio. Qualche religione dice che veniamo poi reincarnati in altro, ma questo non è il mio campo. Da lato del marketing, il ciclo di vita è quello che può riguardare il prodotto, ma anche quello che riguarda nel caso di questo post, il rapporto con il cliente, da quando inizia a quando termina. La fisionomia della storia che lega cliente impresa/brand è oggi misurabile ed oltremodo è

Il benessere si perde quando ci si lascia andare

2019-10-02T15:36:01+02:002 Ottobre 2019|

Il benessere si perde quando ci si lascia andare, siamo sinceri! Cercare altrimenti di mantenere lo status quo o di migliorarlo, senza l'impegno costante, è utopia. Alla ricerca del benessere corrisponde una ricetta soggettiva, sia se desideri mantenere il tuo stato di forma, sia per migliorarlo. Se decidi di star meglio fisicamente, molto probabilmente ti iscriverai ad un centro fitness. Se non vuoi spendere però soldi per l’abbonamento, allora ripiegherai magari sulla corsa in strada da solo o in compagnia di amici. Quindi riuscirai a ritrovare benessere con il movimento, pagando o no? La risposta è scontata, il tuo benessere

Il professionista rimette quando sente: che ce vo’

2019-09-30T10:31:03+02:0028 Settembre 2019|

Hai presente quel momento in cui il cliente ti chiede un progetto, un servizio? Ovviamente prima presenti un preventivo e ti viene risposto con la fantasmagorica frase: tutti questi soldi.... e che ce vo’? Ora capita raramente, ma anche io in passato ho subìto quest'affermazione. Conosciamo tutti il rodimento che ne deriva, la frustrazione nel decidere se trattare il prezzo o lasciar perdere. Chi ben inizia è a metà dell'opera…. e quindi personalmente non accetto più di continuare il discorso. Per me il “che ce vo’” è chiave di assoluta chiusura. Non tratto, quindi non ci rimetto (soprattutto in salute)! A

La pessima idea di affrontare l’oceano con la tua impresa

2019-09-09T11:37:24+02:006 Settembre 2019|

L'oceano di cosa?... Perché dovrebbe essere una pessima idea? Il mercato delle PMI è molto cambiato negli ultimi dieci anni, lo si giustifica con mille scuse, ma la ragione principale riguarda l'evoluzione culturale che la rete internet ha portato nelle nostre case, nei nostri negozi, nelle nostre attività. L'essere connessi oggi ha raggiunto una forma matura, anche se qualche persona ancora fa resistenza a questo grande balzo, e non ne vuole proprio sapere. La forza comunicativa è aumentata, le tecniche ed il linguaggio si avviluppano, producendo un caos mediatico: il rumore delle onde dell'oceano. Questo discorso agli addetti ai lavori, o

A chi non serve un personal brand?

2019-08-19T16:06:10+02:0019 Agosto 2019|

Cos’é il Personal brand? Non era sufficiente il brand? Il brand è un marchio, inteso come presenza identificativa di un’azienda, di un prodotto o di un operatore non necessariamente commerciale. Un brand non è un fatto estetico, è ciò che crea appeal e identificabilità ad un soggetto, trasmettendo tra le tante cose, autorevolezza, notorietà e valore. È l’abito del marketing che si diffonde attraverso le azioni che si compiono! Un buon marketing  oggi è una buona narrazione. Lo storytelling che offre un'esperienza, le sensazioni di una bella storia, è ciò che distingue marchi davvero eccezionali dagli altri. Ciò è particolarmente

La questione dell’orizzonte

2019-07-24T11:13:12+02:0024 Luglio 2019|

Dare o avere... dov'é l'orizzonte? Siamo impegnati in azienda in mezzo al fuoco amico. Un sistema dove in testa ci siamo noi imprenditori, per quanto sia complesso, per quanto sia veloce. In tutto questo grande dinamismo, l'orizzonte famigerato è il fatturato.... o l'incasso, per dirlo più semplicemente. Correndo dietro al volume d'affari, si perde tra i rivoli il vero valore, ossia quello che ci resta in tasca. Ottima o orribile stagione, abbiamo realizzato un fatturato maggiore o peggiore dello scorso anno, questa è la generica valutazione. Non è corretto! L'orizzonte è visibile solo se il nostro impegno è profittevole, calcolato

Lo hai sentito dire?

2019-07-10T12:01:30+02:008 Luglio 2019|

Hai sentito dire di quell’azienda che vende direttamente i suoi prodotti? Però si può ritirare solo la domenica mattina (perché durante la settimana sono impegnati a produrre), oppure in alternativa sono loro a consegnarti il tuo acquisto su appuntamento. Con il loro portale online o chiamando al telefono puoi fare l’ordine, con una personalizzazione di buon livello. Ho sentito dire che sono ottimi prodotti, sul sito trovi parecchie recensioni di clienti soddisfatti. Anche il mio vicino ha fatto un acquisto è mi ha detto che sono stati puntualissimi. Prima di acquistare ho dato un’occhiata al loro sito e segnandomi alla

Realtà virtuale o vitale?

2019-07-03T12:13:18+02:003 Luglio 2019|

Dove stiamo andando? Siamo nella realtà virtuale o in quella vitale? Bel dilemma! Mi stai leggendo dalla realtà virtuale, quella che gira in rete, quella che può farmi diventare quello che non sono, rappresentandomi meglio o peggio di quello che sono. Ma io voglio essere me stesso, vitale come sempre, sia online che offline! Nella mia vita virtuale, essendo presente in rete, de-scrivo chi sono, cosa faccio per le imprese e "molto democraticamente" dico quello che penso riguardo le "strategie di presenza sul mercato delle imprese". Lo faccio perché chi ha bisogno della mia consulenza nella strategia di vendita e

Torna in cima